Diego Parassole

 Ha frequentato la Scuola di Teatro Danza di Torino e più tardi l’ Accademia d’ Arte Drammatica di Milano. Ha partecipato al Maurizio Costanzo Show  e successivamente ha partecipato alla trasmissione televisiva “Facciamo cabaret”. Ha vinto il premio come miglior attore al Festival di Cortometraggio di Conversano “Vedo corto” con “Il sorpassato” di Franco Fraternale.  Spettacoli teatrali: “La vita è un canyon” di Augusto Bianchi Rizzi con Anna Galiena (altissima) e, con grande insuccesso di critica e pubblico, nonché con altri 35 protagonisti, è stato attore protagonista di “La grande prugna” di Claudio Malaponti; “Che Bio ce la mandi buona” scritto con Riccardo Piferi , con la complicità di Carlo Turati; “I Consumisti mangiano i bambini”, scritto sempre con Riccardo Piferi e “Saldi di fine futuro” scritto con Riccardo Piferi e con la regia di Marco Rampoldi. Lo abbiamo visto a Zelig Circus (Pistolazzi, operaio cassaintegrato). e a Zelig  dove è ormai una delle colonne portanti, un folletto comico che va controcorrente e che ci dimostra che si possono fare bene anche due cose in una volta: ridere e pensare. Comunicare è per lui quasi un’ossessione, i suoi spettacoli hanno trattato vari temi: dal rapporto fra generazioni, al mondo multimediale, alla satira politica e sociale sempre attraverso una lente d’ingrandimento di critica intelligente. Il suo codice comico rende sempre veicolabile anche gli argomenti più spinosi al il pubblico di ogni età.

Richiedi Maggiori info sull'artista